I migliori fertilizzanti per la concimazione delle piante

Il giardinaggio è un’arte e una scienza che comporta molto più di quanto si possa immaginare. Non si tratta solo di piantare semi e innaffiare le piante, c’è molto di più. Un aspetto importante e spesso trascurato del giardinaggio è la fertilizzazione delle piante. Questo processo, che implica l’applicazione di sostanze nutritive al suolo per favorire la crescita delle piante, è fondamentale per mantenere il tuo giardino rigoglioso e sano. In questo articolo, ci concentreremo sui migliori fertilizzanti per la concimazione delle piante.

Introduzione alla fertilizzazione delle piante

La fertilizzazione delle piante è un processo fondamentale che aiuta le piante a crescere forti e sane. Ogni tipo di pianta ha bisogno di una certa varietà di nutrienti per crescere e mantenersi in salute. Tra questi ci sono i tre “macronutrienti” azoto, fosforo, potassio, insieme a piccole quantità di micronutrienti come il calcio e altri elementi. Se non ricevessero queste sostanze indispensabili dal loro ambiente naturale, potrebbero non essere in grado di sviluppare radici, steli, foglie o fiori. E qui entra in gioco il fertilizzante.

Tipi di fertilizzanti per la concimazione delle piante

Esistono fondamentalmente due tipi principali di fertilizzanti per piante verdi e fiorite che puoi trovare oggi sul mercato: il tipo minerale e quello organico.

I fertilizzanti minerali vengono prodotti chimicamente per fornire a tutte le piante le quantità esatte di nutrienti essenziali. Quelli di tipo organico, come suggerisce il loro nome, sono ottenuti da residui vegetali, letame di bestiame o da altre fonti naturali. In genere questi ultimi forniscono delle quantità meno precise di nutrienti.

Oltre che per la loro composizione, i concimi sono disponibili in molte forme, fra cui capsule granulari, liquidi, a rilascio lento e altro ancora.

I migliori fertilizzanti per la concimazione delle piante

Da noi potrete trovare una vasta selezioni di concimi adatti a diverse esigenze, come il Master Green Pregade, per tutti i tappeti erbosi; il Nitrophoska gold N,  un concime complesso bilanciato che contiene, assieme ai tradizionali elementi fertilizzanti, il 5% di azoto a lenta cessione isodur®, e il Bottos Venere X 1 Kg, adatto per le aree sportive. Siete indecisi su quale sia la scelta migliore per le vostre esigenze? I nostri esperti sono sempre a vostra disposizione.

I fertilizzanti naturali fai-da-te

Oltre ai concimi commerciali, è possibile creare fertilizzanti naturali fai-da-te utilizzando ingredienti che si possono facilmente trovare in casa. Questi includono:

  • Fondi di caffè. I fondi di caffè sono ricchi di azoto e antiossidanti che possono essere rilasciati nel suolo. Possono essere aggiunti al compost o semplicemente sparsi sul terreno.
  • Bucce di banana. Le bucce di banana sono ricche di potassio, un nutriente essenziale per la crescita delle piante. Possono essere tritate e interrate superficialmente nel terreno.
  • Lievito di birra. Il lievito di birra è un fertilizzante naturale che funziona come un repellente naturale per alcuni insetti, inoltre, grazie a una serie di micronutrienti, favorisce la fioritura delle rose.
  • Acqua di cottura delle verdure. L’acqua di cottura delle verdure è ricca di micronutrienti rilasciati dalle stesse piante! Potete usare la loro acqua di cottura per la fertirrigazione dell’orto.
  • Macerato di ortica, Il macerato di ortica è un ottimo fertilizzante naturale che apporta nitrato, potassio, magnesio e altri microelementi al terreno.
  • Vino rosso. Aggiungere del vino rosso all’acqua dell’irrigazione può stimolare un’abbondante fioritura.
  • Gusci d’uovo. Un trito sottile di gusci d’uovo può favorire la naturale fertilità del terreno e, se disposto alla base delle piante, può tenere lontane le lumache.
  • Cenere. La cenere è un ottimo fertilizzante naturale che può essere utilizzato per migliorare la qualità del terreno e il drenaggio.
  • Calendula e camomilla. Infusi di calendula e di camomilla possono essere usati per fertilizzare l’orto e le piante ornamentali.

I fertilizzanti naturali: letame, compost e altri

Alcuni dei concimi organici più comuni includono il letame, il compost, il macerato d’ortica e la cenere del camino. Ma ognuno di questi concimi naturali ha le sue caratteristiche ed è particolarmente adatto per un tipo di coltivazione.

  • Letame. Il letame è un concime eccezionale che contiene naturalmente e in modo equilibrato tutti gli elementi necessari alla nutrizione della pianta: azoto, fosforo e potassio, insieme a numerosi microorganismi e ad altri alimenti in percentuali ridotte come ferro, calcio e magnesio.
  • Compost. Il compost è un altro concime organico molto popolare. Può essere prodotto facilmente a casa utilizzando residui di cibo e di giardino. Il compost fornisce una vasta gamma di nutrienti alle piante e migliora anche la struttura del suolo.
  • Macerato d’ortica. Il macerato d’ortica è un potente fertilizzante naturale che può essere facilmente prodotto da ortiche fresche. È particolarmente utile per le piante che richiedono un apporto elevato di azoto.
  • Cenere del camino. La cenere del camino è un eccellente fertilizzante naturale che è particolarmente utile per le piante che preferiscono un pH del suolo alcalino. Fornisce anche potassio e tracce di altri nutrienti.

I fertilizzanti per alberi ornamentali

I concimi per alberi ornamentali sono studiati per nutrire alberi, arbusti e siepi e per mantenere il terreno in buone condizioni per un lungo periodo di tempo. Per queste specie vegetali sono altamente consigliabili i concimi naturali ottenuti dalla decomposizione di materie organiche. Questi concimi contengono costituenti essenziali, quali azoto, fosforo e potassio, e humus per mantenere il terreno nelle giuste condizioni di drenaggio.

I fertilizzanti per piante in vaso

La fertilizzazione delle piante in vaso deve mirare al loro corretto sviluppo. I concimi con potere fertilizzante, studiati per le piante coltivate nei vasi o nelle fioriere, vanno abbinati a una sistematica e adeguata procedura di irrigazione. Per le piante in vaso si possono usare concimi a lento rilascio, commercializzati sotto forma di granuli o fertilizzanti ad assimilazione istantanea. Per un’assimilazione ottimale delle sostanze contenute nei concimi ad effetto fertilizzante, le piante in vaso devono essere irrigate e il terreno deve essere sufficientemente umido, perché la concimazione su piante non irrigate produrrebbe l’essiccamento delle radici.

I fertilizzanti per piante da giardino

Anche le piante a fiore che coltiviamo sul nostro terrazzo o sul balcone hanno necessità di essere adeguatamente concimate e fertilizzate. I concimi ad effetto fertilizzante per piante ornamentali sono generalmente venduti in forma liquida, granulare o in polvere idrosolubile, per una distribuzione adatta alla specie coltivata. Questi concimi possono essere realizzati chimicamente o naturalmente.

Potrebbero interessarti anche…